banner
banner

POPOLI – “La delibera adottata dalla Asl è punto di partenza e non di arrivo”. Così il sindaco di Popoli Concezio Galli all’indomani della decisione presa dal Direttore Generale della Asl di Pescara Armando Mancini di rinviare la riorganizzazione del presidio ospedaliero di Popoli, a fronte delle verifiche post sisma. “Questo dimostra che se c’è la volontà di lavorare e collaborare con i territori tutto si può fare. Non nascondo un pizzico di delusione rispetto la Regione che non ci ha ascoltati dal momento che non chiediamo l’impossibile”- esordisce Galli. In un recente incontro con la Asl l’amministrazione comunale ha chiesto che vengano concretizzati tutti quegli interventi che mirano alla realizzazione della riabilitazione, la conferma dei posti letto ordinari di chirurgia e ortopedia, il mantenimento di diversi servizi fra cui la terapia intensiva che per il Comune è fondamentale per la permanenza dei reparti. “Nulla è ancora stato fatto, la delibera della Asl ci dà solo un po’ di tempo in più”- conclude Galli- “noi lavoreremo perché l’ospedale di Popoli come del resto quello di Sulmona possano continuare ad esercitare un ruolo nell’ambito della sanità regionale”.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento