banner
banner

PESCARA – “Al freddo, con i termosifoni spenti. E’ quello che accade da giorni, maggiormente nelle ore pomeridiane, ai pazienti del reparto di Medicina dell’ospedale di Popoli”. Lo denuncia il consigliere regionale Domenico Pettinari (M5s) che, riferendo di essere stato “contattato da decine di familiari dei pazienti”, annuncia di aver già segnalato il fatto alle autorità competenti. In una nota Pettinari spiega che i familiari lo hanno contattato “per lamentarsi della situazione incresciosa in cui si trovano i pazienti. Alcuni – sottolinea – molto anziani che stanno patendo davvero il freddo. Qualcuno di questi ha anche chiamato i Carabinieri. E’ impensabile che in uno dei mesi più freddi dell’anno l’ospedale sia senza riscaldamento. Chiediamo un intervento immediato del direttore generale della Asl – conclude – affinché la situazione si risolva. Se sono questi gli effetti dei tagli alla sanità, è davvero il caso di mettersi le mani sulla coscienza”. Il caso riaccende i riflettori sul nosocomio popolese, già finito alla ribalta della cronaca dopo la mobilitazione del movimento “Avanti Tutta Indietro Non si torna”.

A.D.A.

banner

Lascia un commento