banner
banner

SCANNO- Si sente male e perde conoscenza ma l’ambulanza arriva dopo circa un’ora e mezza. A denunciare il caso è l’ex sindaco di Scanno e Commissario della Comunità Montana, Eustachio Gentile, che ha scritto una nota al Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, per chiedere l’attivazione del servizio 118 h24 a Scanno e sull’intera Valle del Sagittario. “Sabato sera una signora che con la propria famiglia aveva scelto Scanno per le sue vacanze, si è sentita male dopo le 20,00 perdendo conoscenza. Immediatamente i famigliari hanno richiesto l’intervento del 118. Siccome dopo le 20,00 il servizio del 118 a Scanno non è più attivo ma opera solo la guardia medica, l’ambulanza del 118 è arrivata da Sulmona solo dopo circa un’ora e mezza. Cerchiamo di immaginare che cosa abbiano potuto e dovuto sopportare i famigliari della donna che è stata poi prima trasportata presso l’ospedale di Sulmona e subito dopo a quello dell’Aquila per i necessari accertamenti derivanti dalla perdita di conoscenza”- interviene Gentile secondo il quale “questo ennesimo e gravissimo episodio di mala sanità, che si va ad aggiungere a quanto capitato a due sventurati cittadini scannesi qualche anno fa che, purtroppo, non ce l’hanno fatta, riporta alla ribalta i ripetuti appelli rivolti all’assessorato regionale alla Sanità in questi anni affinché organizzasse il servizio 118 di pronto intervento per Scanno, sede di Distretto Sanitario di Base e per tutta l’Alta Valle del Sagittario, H24”. Ma non finisce qui. Oltre la sanità Gentile rimette al centro il tema dei trasporti. “L’altro gravissimo disagio che sicuramente questa parte dell’Abruzzo interno montano non meriterebbe, è quello relativo al collegamento Scanno-Villalago-Anversa-Cocullo-Sulmona e ritorno. La Tua ha tagliato incomprensibilmente corse vitali per questo territorio. Una corsa sarà recuperata attraverso una gara in corso per assegnare il servizio a privati. Servizio soppresso a causa del covid19. Ma la soppressione della corsa Scanno-Sulmona delle 14,00, molto frequentata, è un durissimo colpo alla possibilità di utilizzare il servizio pubblico per i lavoratori in generale e quelli della scuola in particolare”- fa notare il Commissario della Comunità Montana che chiede urgenti interventi alla Regione.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com