banner
banner

SULMONA – L’attrezzatura è stata assegnata a Sulmona anche se materialmente deve ancora arrivare. Presto anche nell’ospedale peligno si potranno processare i tamponi. La notizia che tutti aspettavano arriva dal sindacato Cisl che nei giorni scorsi aveva fatto appello alla Asl per l’assegnazione del macchinario anche nel nosocomio peligno. Nei prossimi giorni finirà la spola dei tamponi e i viaggi degli autisti fino ad Avezzano, L’Aquila e Teramo. Un’odissea che ha provocato non pochi disagi al sistema e alle persone. La scorsa settimana si è perso anche il tampone di una bimba di otto anni che è stata operata d’urgenza. “Non possiamo che ringraziare la dottoressa Cicogna e il dottor Testa per aver accolto il nostro appello così rapidamente – scrive la Cisl -. La loro sensibilità, cosa rara se consideriamo che con le gestioni aziendali e le politiche pregresse Sulmona è stata depauperata e non arricchita, ci consente oggi di riappropriarci di un altro pezzetto di dignità”. Soddisfazione viene espressa dalla consigliera regionale della Lega, Antonietta La Porta, secondo la quale “la sanità di Sulmona con la Valle Peligna non è più merce di scambio per favoritismi personali ma un territorio a cui si presta la stessa attenzione degli altri. Sembra una banalità ma non lo è per chi è stato abituato fino ad oggi a vedersi sottrarre anche ciò che gli sarebbe spettato di diritto”. “Finalmente possiamo contare su una gestione della sanità seria e affidabile – aggiunge La Porta -. Ringrazio anche il sindacato Cisl Sanità di Sulmona perché ha seguito in modo puntuale tutta la vicenda”. Vicenda che, per dovere di cronaca, è stata attenzionata anche dal Tribunale della sanità, dalla Uil con il sindacalista Mauro Nardella in prima linea e dai sindaci del Centro Abruzzo.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com