banner
banner

SULMONA – Come ripartire e uscire dal tunnel dell’emergenza. Nella città dove l’esercizio della polemica supera l’esercizio del fare, arriva un pacchetto di proposte concrete per rimettere in moto vari settori della comunità sulmonese. A lanciare la sfida è il consigliere comunale, Andrea Ramunno, che illustra i suoi dieci punti per il rilancio della città. Il consigliere non ha fatto tutto da solo ma l’elenco delle priorità arriva dopo il confronto con diverse categorie sociali, dai commercianti ai liberi professionisti, i tecnici, le imprese edili e anche il comparto turistico inteso come ricettività e somministrazione. Al primo posto Ramunno pone il tema della sicurezza: misure di controllo per accesso agli uffici pubblici e comunali, sanificazione degli spazi e dispenser igienizzanti nei luoghi pubblici e l’app “Comunicare per proteggere” per informare tempestivamente la cittadinanza sulla situazione e le ordinanze. Ma c’è spazio anche per agevolazioni, snellire la burocrazia e far ripartire il turismo. Sul suolo pubblico Ramunno propone la ridefinizione e implementazione degli spazi con eventuale modifica del regolamento Tosap tra velocizzazione, riduzione e possibile esenzione nel periodo che va dal 15 maggio al 15 ottobre. Come pure per il settore commercio si pensa a smaltire le richieste, ampliare gli orari, ridefinire spazi per mercato, fiere e simili. Il nuovo “modello” di turismo prevede il controllo dei flussi, l’adozione di misure per prevenire contagi, la promozione del turismo esperienziale e un kit di sicurezza da fornire ai turisti che arrivano. Per il bilancio resta la proposta della sospensione dei tributi compatibilmente però con le risorse che saranno erogate ai Comuni. “E’ una proposta di lavoro per Sulmona, sperando che il governo dia una mano agli enti locali che sono in trincea e sono il primo punto di approdo dei cittadini. È una bozza, ogni suggerimento è ben accetto” conclude il consigliere che ha lavorato dietro le quinte con tutti gli addetti ai lavori.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento