banner
banner

CASTEL DI SANGRO – 11 mesi, 25 giorni e 197 euro di multa. E’ questa la pena accordata ieri al senegalese di 22 anni, S.N., che l’altro giorno ha seminato il panico nel supermercato Tigre di Castel Di Sangro, rubando la merce e mandando in ospedale quattro persone. L’uomo presente sul territorio nazionale con regolare permesso di soggiorno ma senza fissa dimora, disoccupato e pugile semi-professionista, è stato visto dal personale addetto di un supermercato mentre cercava di occultare alcuni generi alimentari all’interno di una borsa. Accortosi di essere stato notato tentava di guadagnarsi la fuga aggredendo con violenti pugni i dipendenti dell’esercizio pubblico, tra cui il proprietario, ed alcuni clienti che tentavano di riportare la calma. Uscito dal locale tentava di aggredire e minacciava altri passanti ma veniva fermato dopo pochi istanti da due pattuglie dei Carabinieri. I feriti sono stati trasportati in ospedale, rimediando una prognosi di quindici giorni, fatta eccezione per il proprietario del market che è stato trasferito al nosocomio di Avezzano con quaranta giorni di prognosi. Il senegalese, che era finito in carcere per rapina impropria e lesioni, è comparso ieri davanti al giudice Giuseppe Ferruccio che ha convalidato l’arresto in flagranza di reato eseguito dai Carabinieri e ha accordato la pena di 11 mesi, 15 giorni e 197 euro di multa. La pena patteggiata resta sospesa visto che il giovane è incensurato. Da quanto si é appreso il ragazzo avrebbe chiesto scusa per il gesto compiuto che sarebbe legato alla particolare situazione di bisogno.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento