banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Studenti delle classi prime di Iti, Itc e Itg, delegazione di genitori e una rappresentanza degli studenti delle altre classi sono convocati per le 9,30 di questa mattina in occasione della cerimonia di apertura dell’anno scolastico dell’istituto Da Vinci. Il Polo Fermi, come da tradizione, non ha rinunciato alla cerimonia pubblica, nonostante le vicende che hanno riguardato la vulnerabilità dell’Iti con la perizia rimasta chiusa nei cassetti della Provincia per un anno e mezzo e con il responso dei carotaggi che ha portato l’ente ad interdire buona parte del plesso fatta eccezione del corpo centrale che risulta agibile e utilizzabile e che ospiterà gli studenti per le attività didattiche, in attesa degli interventi di adeguamento per scale, palestra e laboratori. Dopo un avvio in dad e la parziale interdizione del plesso, con tutte le conseguenze del caso sul piano della didattica, lo svolgimento della cerimonia non è proprio quello che ci si aspettava, fermo restando che la popolazione scolastica ha subito lo scarso “tempismo” istituzionale. Per dirla con le parole di qualche genitore “non c’è nulla da celebrare”. Intanto per la giornata di oggi è atteso il conferimento dell’incarico per il trasloco dei ragionieri e geometri che, si spera, scatterà nell’immediato e non nel file settimana come da precedenti disposizioni. Anche perché, in attesa del definitivo ritorno a Sulmona, le famiglie si spostano con i mezzi personali dando vita alle “spole” ormai stancanti dal capoluogo peligno a Pratola.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com