banner
banner

Questa mattina nella sala Benedetto Croce del Consiglio Regionale si è svolta una conferenza stampa sul progetto di legge depositato in Consiglio regionale per localizzare la sede del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese-SASA nella città dell’Aquila, capoluogo di Regione. Il PdL – promosso dal primo firmatario Pierpaolo Pietrucci – è stato condiviso e sottoscritto dai consiglieri regionali Di Benedetto, Santangelo, Angelosante, Mariani e Quaglieri. Nel quadro di una iniziativa istituzionale e unitaria che vede partecipi – al di là degli schieramenti politici – i rappresentanti di forze politiche di maggioranza e opposizione che condividono una legittima battaglia territoriale e istituzionale, questa mattina con Pietrucci e Santangelo erano presenti in conferenza stampa per il Comune dell’Aquila l’assessore Carla Mannetti e il consigliere provinciale Luca Rocci. Il Soccorso Alpino in Abruzzo e nell’Italia centrale – è stato ricordato – è nato all’Aquila nel 1958, dove fu istituita la prima sede ufficiale a seguito della tragedia avvenuta sul Monte Camicia dove persero la vita tre tecnici dell’ENI. Da allora l’attività del Soccorso Alpino è cresciuta garantendo assistenza e sicurezza ad escursionisti e alpinisti: ormai il 90% degli interventi si svolge sulle montagne del Gran Sasso e del Sirente-Velino essendo le più impervie, frequentate e pericolose. L’anno scorso, per decisione unilaterale del Direttivo abruzzese, la Sede del Soccorso Alpino è stata localizzata a Pescara: è stata una scelta sbagliata e scorretta – e’ stato evidenziato in conferenza stampa – perché fatta al di fuori di ogni condivisione istituzionale con la Regione Abruzzo e senza criteri effettivi di efficacia di intervento. All’Aquila – come in ogni altro capoluogo regionale d’Italia – ci sono tutte le migliori condizioni logistiche, organizzative e funzionali per assicurare il più tempestivo e funzionale servizio di assistenza, intervento e sicurezza nelle operazioni di salvataggio in montagna. Lo stesso Aeroporto dei Parchi “Giuliana Tamburo” di Preturo all’Aquila è sede operativa del Servizio del 118 e della Protezione Civile regionale, assicurando costantemente h24 e per 365 giorni l’anno il massimo livello di efficienza operativa. Ecco perché è giusto e possibile con il consenso del Consiglio regionale approvare la proposta di legge per localizzare all’Aquila la sede del SASA. Perché non si tratta di una rivendicazione localistica. Al contrario: stabilirne la sede nel luogo legittimo – il capoluogo di regione come avviene in ogni parte d’Italia – è proprio il modo per evitare polemiche, rivalse e competizioni campanilistiche ormai fuori dal tempo e dalla logica. L’auspicio – ha detto Pietrucci – è che si realizzi subito una utile condivisione regionale, nell’interesse della sicurezza e della valorizzazione del territorio montano abruzzese.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com