banner
banner

L’AQUILA – Non si riesce a digerire la sentenza choc del Tribunale civile dell’Aquila che ha riconosciuto un concorso di colpa delle vittime per il sisma del 6 aprile 2009. Per questo la senatrice sulmonese, Gabriella Di Girolamo, ha presentato un disegno di Legge che delega il Governo a disciplinare le attività di prevenzione sismica, la fase emergenziale e la successiva fase della ripresa economica e della ricostruzione, e a sostenere economicamente i familiari delle vittime. “La notizia shock dello scorso ottobre, relativa al concorso di colpa riconosciuto dal Tribunale Civile dell’Aquila alle vittime dal crollo della palazzina in Via Campo di Fossa nel 2009 assieme alle odierne notizie relative allo sciame sismico che interessa la regione Marche, mi ha spinto ad intervenire nuovamente su un tema che, purtroppo, si conferma ricorrente”- rileva la senatrice che chiede l’istituzione di un fondo con dotazione iniziale pari a 10 Milioni di euro incrementato annualmente, al fine di dare attuazione al principio costituzionale di solidarietà sociale e dal quale verranno elargiti sostegni economici doverosi, a favore dei componenti delle famiglie colpite dalla perdita dei propri familiari. “Mi aspetto un impegno parlamentare trasversale, anche da parte dei colleghi di questa maggioranza, affinché questo Disegno di Legge concluda il proprio percorso normativo nel minor tempo possibile per il bene e la sicurezza di tutti i cittadini che vivono nei tanti territori italiani ad alto rischio sismico”- conclude Di Girolamo.

Lascia un commento