banner
banner
banner

SULMONA – “Chiederemo al Comune di Sulmona quando intende provvedere al pagamento delle fatture alla cooperativa. Se risposte concrete non arriveranno siamo pronti a una manifestazione pubblica”. L’ultimatum a Palazzo San Francesco questa volta arriva dalla Filcams Cgil della Provincia dell’Aquila all’indomani del verbale di mancato accordo in Prefettura sul servizio di pulizie, ripreso regolarmente dopo la proroga di due mesi ma con una riduzione dell’orario che fa rimanere con l’amaro in bocca sindacato e lavoratori. “Ad oggi abbiamo solo messo a verbale impegni della cooperativa e dell’amministrazione comunale ma gli impegni devono essere mantenuti”- interviene il Segretario della Filcams Cgil Luigi Antonetti. L’appalto è stato ridotto del 60 per cento e la Coop 2001 che gestisce il servizio per conto del Comune aspetta la liquidazione delle fatture da gennaio per un importo totale di 28mila euro. Una mancanza di liquidità che aveva portato l’azienda ad aprire le procedure del licenziamento collettivo, che il sindacato ha immediatamente impugnato, chiedendo di ricorrere agli ammortizzatori sociali. Intanto questo mese i lavoratori rischiano di rimanere senza stipendio e la Filcams Cgil fa partire il pressing agli uffici di Palazzo San Francesco.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento