banner
banner

SULMONA – Lieve rallentamento sul fronte dei guariti ma il virus non accelera sul territorio peligno-sangrino. Sono 29 le nuove positività emerse nel referto odierno, comprese 9 reinfezioni, distribuite sui vari centri del comprensorio: Sulmona 16, Pratola Peligna 3, Roccaraso 2, Pescocostanzo 2, Cocullo 2, Introdacqua 1 Goriano Sicoli 1 Ateleta 1 Alfedena 1. La pressione del virus si sta man mano allentando se si pensa che la scorsa settimana, a quest’ora, erano stati annotati 31 contagi, più bassi dei 47 rilevati lo scorso 1 settembre. Un calo periodico che fa ben sperare su una relativa tranquillità anche se bisogna misurare l’effetto scuola sulla curva e l’imminente ritorno dell’autunno. La concentrazione del virus appare evidente sul fronte sulmonese per via della densità della popolazione. Respira il penitenziario peligno dopo il focolaio divampato dietro le sbarre. Il virus si è preso oggi una giornata di riposo dopo le tre positività consecutive messe a referto. Complessivamente sono 1066 gli attuali positivi sul territorio, a fronte di 270 guarigioni elaborate nell’ultima settimana e comunicate in giornata. Una leggera frenata rispetto alle 286 negativizzazioni della scorsa settimana. In compenso risulta quasi annullato il tasso di ospedalizzazione con appena due degenti che restano in area medica. Se la convivenza con il virus si è normalizzata, non vanno annullate completamente le misure di prevenzione, facendo finta che il Covid non esista più. Stamane, ad esempio, un 57 enne residente in un paese del comprensorio, positivo al tampone, è giunto a Sulmona ed ha strappato un passaggio in auto, senza indossare i dispositivi di protezione e violando l’isolamento. Il virus non fa più paura come il passato ma il senso di responsabilità non può venir meno.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com