banner
banner

SULMONA –  Si giocherà sul tavolo del Tribunale Amministrativo dell’Abruzzo (Tar) il “secondo tempo” delle elezioni comunali di Villalago che si sono chiuse, lo scorso 4 ottobre, con la vittoria per soli quattro voti dell’attuale sindaco, Fernando Gatta. A chiamare in causa i giudici amministrativi sarà la lista “Progettiamo Villalago”, che fa capo al candidato sindaco non eletto Luca Silvani, secondo la quale le cinque schede contestate potrebbero cambiare lo scenario elettorale, vista la forbice particolarmente risicata che ha riassegnato la fascia tricolore al sindaco Gatta, dopo la breve parentesi del commissariamento (208-212). Per i ricorrenti l’attribuzione di quelle preferenze andrebbe rivista. “L’indicazione del nostro rappresentante di lista è chiara. Per questo abbiamo deciso di chiedere al Tar il riconteggio delle schede in modo tale da fugare ogni dubbio al riguardo e fare definitiva chiarezza”- spiega Silvani di Progettiamo Villalago mentre il primo cittadino attende con serenità le determinazioni del Tribunale. L’effetto del ricorso può aprire sostanzialmente tre scenari in paese: la conferma del responso delle urne e di tutti i voti assegnati, un ribaltone con la proclamazione da parte del giudice di un altro sindaco  e il commissariamento del comune in caso di ex equo. Il ricorso sarà depositato formalmente nei prossimi giorni. L’esito tiene tutti in fibrillazione. (a.d’.a.)

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com