banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Niente programma civile per la festa della Santissima Trinità a Pratola Peligna. L’edizione 2018 sarà all’insegna della religiosità e della sobrietà vista la mancata presentazione di un comitato. Ma l’arcisodalizio trinitario scalda i motori per gli ultimi preparativi. Si comincia il 22 maggio alle 21 nella Chiesa di San Pietro Celestino V dove l’Arcisodalizio Trinitario raccoglierà le adesioni per la partecipazione alla solenne processione che si svolgerà il prossimo 27 maggio. “Niente programma civile, dunque” spiegano dal pio sodalizio “per la Solennità dedicata alla Santissima Trinità. Una scelta vincolata dalla mancata presentazione di un Comitato esterno disposto ad organizzare la parte civile della festa. L’Arciconfraternita è un’istituzione religiosa che si occupa di beneficienza, solidarietà, altruismo e carità, non una semplice associazione culturale dal fine propriamente ludico o ricreativo. Pertanto” riprendono “il momento di crisi che sta vivendo la nostra comunità ha richiesto alla Congrega un momento di riflessione riferito alla necessari età dell’aspetto civile dei festeggiamenti. L’esito di tale riflessione è stato, come ovvio, negativo, avvalorato dal fatto che, nella situazione economica attuale, una richiesta di contributo ai cittadini sarebbe stato quantomeno inappropriato, inopportuno, sgradevole, sicuramente sgradito e, soprattutto, privo di cognizione di causa”. L’arcisodalizio quindi annuncia una festa sobria e religiosa.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento