banner
banner

SULMONA – La Asl apre la procedura sul Mepa e inviata sette imprese per l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria sull’impianto di osmosi per il trattamento acque, a servizio della dialisi dell’ospedale di Sulmona. Con deliberazione del Direttore Generale, Ferdinando Romano, è arrivato il via libera definitivo allo svolgimento degli interventi che avranno un costo di 35 mila euro. Si è inoltre proceduto a recepire le offerte dei sette operatori economici che avevano manifestato interesse per l’aggiudicazione della procedura mediante il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa. Nello specifico, ammette l’azienda, si rende necessario un indispensabile ammodernamento minimale che, a costi contenuti, consista almeno nella sostituzione di alcuni componenti. D’altronde l’obsoleta tecnologia aveva manifestato di recente, come documentato, frequenti difettosità e malfunzionamenti non risolvibili con la manutenzione ordinaria. Lo scorso 12 ottobre, pur di non interrompere l’erogazione della terapia specifica, il reparto è stato costretto a dirottare gli operatori sanitari in servizio nel locale nosocomio al presidio di Castel Di Sangro pur di effettuare la dialisi. Nelle ultime settimane l’impianto ha retto senza disservizi segnalati. Ma l’intervento definitivo è quantomai necessario visto che l’opera risale al 1996 e un ulteriore ritardo sul fronte dell’ammodernamento potrebbe esporre pazienti e operatori a forti disagi.

banner

Lascia un commento