banner
banner

SULMONA – Il macchinario risulta temporaneamente non funzionante o comunque in manutenzione. Per questo gli utenti sono stati dirottati presso altro nosocomio. Accade nell’ospedale di Castel Di Sangro dove la Tac risulta momentaneamente fuori uso. A farne le spese l’altro giorno è stata una donna di circa 50 anni che ha chiesto una prestazione d’urgenza per un suo familiare. Da qui l’amara scoperta dell’indisponibilità del macchinario. È iniziato quindi il giro degli ospedali dell’azienda per poter sottoporsi all’esame. Dalla Direzione sanitaria del nosocomio rassicurano sul fatto che il macchinario sarà rimesso in funzione nel giro di 48 ore al massimo per ridurre al minimo tutti gli eventuali disagi per l’utenza. Un periodo non proprio favorevole per tali disservizi, ovviamente non prevedibili, visto l’alto flusso turistico dell’Alto Sangro. Da qui la necessità di riorganizzazione i piccoli ospedali, potenziando risorse umane e strumentazioni.

banner

Lascia un commento