banner
banner

SULMONA – Un incontro con tutti i parlamentari abruzzesi, con i sindaci delle città capoluogo e con i sindaci delle città sedi delle circoscrizioni giudiziarie minori di Avezzano, Lanciano, Sulmona, e Vasto per scongiurare la soppressione dei rispettivi Tribunali. Il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e il Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio- come annunciato nei giorni scorsi- chiamano a raccolta tutte le forze politiche per il vertice istituzionale di sabato 17 dicembre a Pescara. “L’Abruzzo – dichiarano D’Alfonso e Di Pangrazio – non può essere disegnato con un “servizio giustizia” a due velocità: un nord con quattro Tribunali e un sud privo di presidi giudiziari! La Regione ha bisogno di strutture giudiziarie innestate nel loro contesto di vita e non a chilometri di distanza: lo dicono, con trasparente obiettività, la mole di lavoro civile e penale trattato in quei Tribunali e l’indotto socio-economico collegato all’attività di quei Tribunali”. Di Pangrazio e D’Alfonso ricordano che “la Regione Abruzzo, negli anni scorsi, ha guidato ben due proposte referendarie (ammesse dalla Cassazione e poi bocciate dalla Corte Costituzionale); ha esaminato più volte il problema con unanimi e puntuali risoluzioni; ha aperto un’interlocuzione con gli organi ministeriali centrali per rivalutare la fondatezza di principi, criteri e motivazioni, sostenuti anche da insigni studiosi e giuristi”. I due Presidenti si appellano infine ai parlamentari eletti nella Regione nella loro qualità di “fondamentali interlocutori del Governo” affinché- concludono Di Pangrazio e D’Alfonso- “vogliano garantire tutto il loro impegno per l’ottenimento della salvaguardia delle circoscrizioni giudiziarie minori dell’Abruzzo, e comunque in via di urgenza e priorità l’ottenimento di una ulteriore proroga del termine già previsto per il 2018”.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com