banner
banner

Torna la terza edizione  di Vardirex, corsi di addestramento delle truppe Alpine dell’EI e degli Alpini della Protezione Civile ANA.

Un’esercitazione interforze che ha lo scopo di ottimizzare il supporto dell’Esercito in situazioni d’emergenza che competono alla Protezione Civile.

Saranno allestiti campi base nei comuni di Avezzano, Sulmona e Scanno.

Il corso sarà a numero chiuso e solo per le seguenti categorie: Categorie professionali: Biologo, Chimico, Dietista, Farmacista, Fisico, Infermiere, Infermiere pediatrico, Medico chirurgo, Psicologo, Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Tecnico sanitario laboratorio biomedico, Veterinario, Odontoiatra – Personale sanitario appartenente ad organizzazione di volontariato della Protezione Civile ANA (Sanità Alpina), Croce Rossa o altre organizzazione di PC · Personale sanitario in servizio presso altre organizzazioni (ASL, Regione, ecc) · Personale sanitario in servizio presso l’Esercito, Marina o Aviazione

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato ECM.

Il contributo dell’Esercito sarà incentrato sulla presenza delle Truppe Alpine che schiereranno circa 150 uomini appartenenti al Battaglione multifunzione Vicenza del 9° Reggimento Alpini della Brigata Alpina Taurinense. Uomini e donne che metteranno in campo la loro professionalità e specifica competenza nei relativi campi di intervento. A questi si uniranno i piloti dell’AVES (Aviazione Esercito). Per la Marina Militare parteciperanno elicotteri destinati alla lotta antincendio ed al soccorso.

Sarà presente anche velivolo C-27J della 46ª Brigata Aerea di Pisa – per il trasporto di un ospedale da campo della Sanità Alpina dell’ANA e per il trasporto di feriti – e di un elicottero HH-139 del 15° Stormo di Cervia – utilizzato per la ricerca e soccorso di dispersi e per operazioni antincendio, entrambi rischierati sull’aeroporto de L’Aquila.

Dal 21 all’ 26 settembre  ad Avezzano, presso il polo logistico della Croce Rossa, sarà allestito un campo base con relativa infermeria da campo ove si testerà il coordinamento delle attività di soccorso e quelle per il ripristino della normalità a seguito di eventi calamitosi che verranno simulati, in special modo, negli abitati di Sulmona e Scanno. In particolare, il giorno 25 a Scanno si provvederà alla firma di un documento di collaborazione fra le Truppe Alpine dell’Esercito e l’Associazione Nazionale Alpini, accordo teso a definire nel dettaglio quanto già finora messo in campo e funzionale per il coordinamento e la risoluzione delle crisi emergenziali.

 

Lascia un commento