banner
banner

SULMONA – Un ricovero, una possibile nuova infezione e altri dieci contagi. E’ questo il bilancio del Coronavirus per la giornata di oggi in Centro Abruzzo. Nessuna tregua da parte del virus senza freni che continua a fare breccia sul territorio. I nuovi positivi sono domiciliati 6 a Sulmona, 2 ad Introdacqua, 1 Raiano e 1 a Campo Di Giove. Si tratta di soggetti già inseriti nella rete della sorveglianza attiva della Asl e quindi di contagi più o meno attesi. A Raiano è risultato positivo un giovanissimo di 19 anni mentre ad Introdacqua due congiunti dello stesso nucleo familiare, di 22 e 54 anni. Il Covid torna a bussare alle porte di Campo Di Giove dove è risultato positivo un 44 enne. Mentre Sulmona continua ad indossare la maglia nera del contagio. In città sono finiti nella casella dei positivi uno studente di 15 anni, un 54 enne, un contatto stretto del sindaco di Sulmona che resta in sorveglianza, una giovanissima di 19 anni e un 67 enne. Chiude il cerchio la nonnina di 85 anni che non risulta vaccinata, sembrerebbe per sua scelta e per alcune patologie, nonostante la veneranda età. La donna è stata trasportata nella serata di ieri nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Avezzano, con un quadro clinico abbastanza critico, dopo la diagnosi effettuata dai sanitari dell’area grigia sulmonese. Salgono di nuovo a 4 i posti letto occupati per i pazienti dell’area peligno-sangrina. Un dato che conferma la risposta della campagna vaccinale in atto ma che va tenuto sotto controllo visti i parametri che determinano la classificazione delle regioni. In area grigia sono peraltro in corso gli accertamenti su una docente positiva. Per altre due classi si è reso necessario il provvedimento di isolamento dall’ufficio igiene e prevenzione. Si tratta di due quinte dell’Itis di Pratola. Gli attuali positivi sul territorio salgono così a 91 mentre i sorvegliati toccano quota 248 (+65 rispetto a ieri).  Un balzo notevole che conferma lo stato di allerta nonchè un quadro epidemiologico tutt’altro che assestato.  Al bollettino, in verità, va aggiunta la positività di una giovane residente in Valle Peligna che è risultata positiva al tampone, per la seconda volta, dopo un anno. Un arco temporale che rende possibile una nuova infezione anche se la stessa risulta del tutto asintomatica nonché vaccinata con due dosi. Per questo il suo tampone sarà ripetuto. “Mi sono sottoposta al tampone dopo essere entrata in contatto con un mio familiare positivo ma non ho avvertito alcun sintomo e tutti i test antigenici svolti hanno dato esito negativo. Sono molto attenta e mi sottopongo periodicamente a tampone”- dichiara la giovane ad Onda Tg. Anche su un altro giovane, tornato positivo dopo circa quattro mesi, si stanno svolgendo le dovute verifiche, anche se nelle ultime ore avrebbe manifestato sintomi. Per cui nessuno può sentirsi esonerato dall’applicazione delle misure anti contagio. L’opportunità di assestare il contagio random arriva nel week end con lo screening massivo che si svolgerà anche a Sulmona: il 29 e il 30 ottobre dalle 15 alle 18.30, il 31 dalle 9 alle 14. Una campagna che non rilascia il green pass proprio perchè ha finalità di screening. L’auspicio è quello di stabilizzare il quadro epidemiologico.  Diventa importante e fondamentale aderire in massa. (a.d’.a.)

Andrea D’Aurelio

MAPPA CONTAGI

Sulmona 49, Raiano 14, Pratola Peligna 6, Introdacqua 5, Pettorano sul Gizio 4, Castel Di Sangro 4, Rivisondoli 2, Roccaraso 1, Corfinio 1, Scanno 1, Pescasseroli 1, Prezza 1

Ricoveri in terapia intensiva 0

Ricoveri non in terapia intensiva 4

MAPPA VACCINI

Area peligno-sangrina 89338

Area Sulmona- Pratola 67582(+ 128 rispetto a ieri)

 

banner

Lascia un commento