banner
banner

SULMONA – Potrebbe slittare di qualche giorno il rientro della popolazione scolastica del De Nino-Morandi a Sulmona. È quanto venuto fuori nel corso di un sopralluogo svolto in mattinata dai tecnici sull’immobile dell’ex convento di S. Antonio, individuato come nuova sede provvisoria dei ragionieri e geometri. La Provincia dell’Aquila ha infatti comunicato alla Dirigente Scolastica di aver incaricato un’impresa, tramite manifestazione d’interesse, esclusivamente per le operazioni di trasloco. Per cui materialmente l’avvio in presenza delle attività didattiche in viale Mazzini potrebbe essere procrastinato di qualche giorno. Ma è solo un’ipotesi, emersa in giornata. Tutto dipenderà dai tempi del trasloco in carico all’impresa selezionata. Se le operazioni andranno oltre la data del 19 settembre, la Dirigenza potrebbe prolungare la dad o partire in presenza nell’Iti di Pratola e poi proseguire nella nuova sede provvisoria. Il quadro sarà più chiaro nelle prossime ore. Sempre in mattinata è stato svolto un sopralluogo anche nel Liceo Classico di piazza XX Settembre. Finalmente si è arrivati a stabilire la data di avvio dei lavori. Il cantiere si insedierà il prossimo 28 settembre e, secondo le previsioni, la scuola sarà riconsegnata a settembre 2023. Il plesso deve ancora essere svuotato del materiale, catalogato dalla Provincia. Una parte potrebbe essere allocato a s. Antonio nelle aule vuote, ma per la normativa antincendio è necessario vagliare bene l’ipotesi. La parte rimanente in altre strutture messe a disposizione.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com