banner
banner
banner

In tanti ieri, tra scannesi e turisti, hanno affollato le vie del centro storico di Scanno, partecipando con entusiasmo al tradizionale appuntamento con “Le Chezette” nella notte dell’Epifania. Si è snodato lungo le suggestive strade di uno dei Borghi più Belli d’Italia il canto itinerante di questua che l’innamorato dedicava alla promessa sposa, in cambio di abbondanti cibarie. Tradizione rispettata. I giovani scannesi hanno indossato i tipici abiti, tabarri in panno nero e alamari d’argento, intonando la speciale serenata sotto le finestre delle future spose o delle donne a cui hanno dichiarato amore. Musica, allegria e bontà gastronomiche tipiche di Scanno e del territorio hanno allietato, come rito vuole, la bella manifestazione che ha riscosso il consenso dei tanti partecipanti. Con il plauso dell’amministrazione comunale che ringrazia tutti i volontari che si sono dati da fare per rinnovare tradizioni e usanze, onorando così la storia e cultura di Scanno.

banner

Lascia un commento