banner
banner

RAIANO – Una certificazione per l’olio di Rustica e Gentile, una sorta di marchio e bollino da conferire al prodotto in modo tale da poterlo riconoscere sul mercato, garantirne le caratteristiche originali e organolettiche al fine di migliorare la salute e lo stile di vita delle persone. È un percorso ambizioso quello che parte da Raiano, dalla sede di Ansape di Terrantica, dove questa mattina nel convegno sulla filiera di agricoltura e sostenibilità, sono stati messi a confronto i gruppi Pei, costituiti in ambito regionali dopo le linee di finanziamento messe a disposizione dalla Regione. “Dobbiamo difendere questo territorio per questo abbiamo messo in piedi il progetto”- afferma Fausto Ruscitti di Ansape- “cercheremo di effettuare tutte le operazioni della filiera in modo sostenibile al fine di ottenere un prodotto sano e genuino”. Dal concime alla potatura fino alla resistenza dagli attacchi degli insetti. Mettere un’etichetta significa salvaguardare il prodotto anche per le sue componenti, tra le 220 risorse presenti, che aiutano a migliorare la salute come ha spiegato il medico, Maurizio Proietti. A perorare la causa è la Regione Abruzzo con il Vice Presidente, Emanuele Imprudente, ha preso parte al convegno moderato dal collega Ennio Bellucci, assieme ad altri esperti nonché responsabili dei gruppi Pei.

Lascia un commento