banner
banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Una bottiglia dalla cantina Margiotta di Pratola Peligna per il celebre attore Cristian De Sica. La provocazione arriva all’indomani della caduta di stile sul vino abruzzese che non è passata inosservata tanto da scatenare la polemica tra il settore enogastronimico e vinicolo. D’altronde gli abruzzesi sono sempre suscettibili quando vengono messe in discussione, sia pure per scherzo, le eccellenze dellatavola. E il Montepulciano non può esserne esente. Inevitabile, dunque, che stia facendo discutere una battuta che Christian De Sica pronuncia nel suo ultimo film “Natale a tutti i costi”, in uscita il 19 dicembre su Netflix. In questi giorni, infatti, sta circolando il trailer della commedia diretta da Giovanni Bognetti, che si apre proprio con una “offesa” al vino più celebre. De Sica è a tavola con la sua famiglia quando l’attore Claudio Colica inizia a tessere le lodi di un rosso, precisando che ha vinto il titolo di “Bottiglia dell’anno in Abruzzo”. Christian sembra apprezzare, ma alla domanda: “Com’è?”, risponde serafico: “Una merda!”. Dopo la reazione del Presidente della Regione, Marco Marsilio, anche il settore interessato ha voluto rimarcare l’inopportunità di quella battuta. “È un’affermazione che offenda un comparto intero che movimenta il mercato poiché si tratta del primo prodotto italiano esportato nel mondo”- rileva Francesca Magiotta facendo notare che la caduta di stile diventa un boomerang per l’attore dal momento che proprio quest’anno ha ottenuto il riconoscimento di regione del vino. “Pur essendo la rappresentazione dell’italiano medio, si è dato la zappa sui piedi”- riprende Margiotta che stempera i toni tant’è che per Natale, ricalcando in pieno l’iniziativa del governatore, sta scegliendo una buona bottiglia da spedire all’attore. Un regalo obbligato per stuzzicare il palato e fargli gustare il sapore dell’ottimo vino abruzzese. Meglio prenderla con filosofia.

banner

Lascia un commento