banner
banner

SULMONA – Ricostruita la “cartella clinica” di via Del Cavallaro all’indomani dei numerosi fatti di cronaca che non danno pace all’arteria in questione. Tra le diverse azioni da intraprendere c’è il controllo delle acque di scorrimento del sottosuolo del canale irriguo, alcuni tratti delle fogne riguardanti Via Don Bosco. Il punto della situazione è stato fatto ieri nel corso di una riunione tecnica a Palazzo San Francesco, convocata dall’Assessore comunale ai Lavori Pubblici Nicola Angelucci, alla presenza del presidente della S.A.C.A Luigi Di Loreto, del Presidente del Consorzio di Bonifica Aterno – Sagittario, Ernesto Zuffada, insieme ai tecnici e ingegneri che negli ultimi dieci anni si sono occupati di tale strada e delle sue traverse. “E’ stato un incontro essenziale e proficuo finalizzato ad avere il quadro preciso della situazione e degli interventi necessari da effettuare su Via del Cavallaro, interessata da tempo da diverse criticità” afferma l’assessore Angelucci “è’ stata innanzitutto ricostruita la “cartella clinica” precisa e dettagliata della strada, con l’elenco di tutti i lavori eseguiti negli ultimi anni, individuando problematiche e priorità da affrontare e convenendo nel redigere un programma condiviso di interventi definitivi. Focus nel dettaglio, poi, sulla situazione più complessa riguardante la rampetta di accesso a Via del Cavallaro, che negli ultimi tempi è stata interessata da fastidiose aperture e chiusure, legate a problemi esclusivamente tecnici di assestamento del terreno a seguito di profondi scavi. Ritengo che confrontarsi in riunioni allargate tra enti e tecnici sia proficuo e utile per analizzare al meglio le situazioni irrisolte da anni e individuare finalmente gli interventi capillari da effettuare”. Da tempo i residenti chiedono di sbloccare la situazione e per ben due volte si sono rivolti alla Procura della Repubblica.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento