banner
banner
banner

ANVERSA DEGLI ABRUZZI – C’è anche un po’ di Valle Peligna e Valle del Sagittario nella classifica dei “comuni ricicloni” quelli in cui la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti supera il 65 per cento del totale del pattume prodotto. I dati dell’iniziativa promossa da Legambiente sono stati resi noti nei giorni scorsi a Pescara. Fra i “comuni free”, quelli in cui la produzione di rifiuto secco indifferenziato per abitante supera i 75 chilogrammi annui, compare il nome di Pratola Peligna. Se i pratolani sono abituati a questo tipo di riconoscimenti, la sorpresa è tutta per Aversa degli Abruzzi e Bugnara che rientrano tra le municipalità premiate per la raccolta differenziata sopra il 65 % di legge. “Un risultato importante – ha rimarcato Mario Mazzocca, sottosegretario con delega all’ambiente – raggiunto con la collaborazione e il supporto di tanti, a partire dai Comuni, ai sensibili portatori di interesse generale, come il mondo delle associazioni, ai consorzi nazionali (come Conai, Corepla, Consorzio Raeei), alle iniziative puntuali di disseminazione sul territorio, in collaborazione con l’Anci e le associazioni di categoria. Un obiettivo reso possibile anche da una mole di investimenti messi in campo dalla Regione negli ultimi 18 mesi (circa 36 milioni di euro) e finalizzati alla realizzazione (in corso) di oltre 170 interventi fra centri di recupero, piattaforme ecologiche, centri del riuso e progetti di implementazione della raccolta differenziata”. Sul podio dei “comuni ricicloni” si è piazzato Barisciano.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento