banner
banner

Torna a Rocca Pia la IX edizione del Premio nazionale di poesia dialettale abruzzese “Vincenzo De Meis” poeta, nativo di Rocca Pia, riconosciuto tra i più interessanti rappresentanti della poesia vernacolare abruzzese del 1900. Un’edizione, quella di quest’anno, che torna dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia in veste ampliata: accanto alla sezione principe del Premio, quella dedicata alle poesie in dialetto, e a quella relativa alle poesie in lingua, c’è infatti, per la prima volta, anche una sezione dedicata alle scuole. Sarà assegnato anche il premio speciale “Flora Ventura”. Ben 82 le poesie presenti al concorso, tre progetti scolastici e 39 poesie realizzate da alunni della scuola secondaria di primo grado. Tra questi sono stati individuati i vincitori da parte della giuria, presieduta dal professor Mario Cimini (Università degli studi “G. d’Annunzio” di Chieti e Pescara), e composta dai docenti Alessandro Bencivnega, Annalisa Civitareale e Giovanna Ruscitti, l’editore Mario Solfanelli e l’avvocato Luisa Taglieri. Nel corso della cerimonia di premiazione interverrà il professor Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, e presidente onorario del Premio stesso. Nella circostanza riceverà la cittadinanza onoraria di Rocca Pia che l’amministrazione comunale ha voluto conferirgli in segno di gratitudine e riconoscenza per la sua vicinanza al paese e le sue iniziative culturali. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 10 agosto alle 17:30 nel Cortile De Meis, spazio recentemente riqualificato dall’amministrazione comunale. Il premio è organizzato dal comune di Rocca Pia, in collaborazione con la Pro Loco, e con il patrocinio del Consiglio regionale e del Parco Maiella e con il sostegno della Fondazione Carispaq.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com