banner
banner
banner

PESCARA – “Ancora qualche dettaglio da definire e daremo alla Giunta regionale tutti gli strumenti necessari per indicare l’ordine di finanziamento delle aree interne abruzzesi individuate nell’ambito della cosiddetta ‘Strategia Barca’”. Lo ha detto l’assessore alle Aree interne della Regione Abruzzo, Andrea Gerosolimo, al termine della riunione tenutasi a Pescara con i rappresentanti sindacali sull’individuazione dei criteri di finanziamento delle aree interne regionali. Nella Strategia Barca in Abruzzo sono state definite quattro aree interne. Di queste solo una, la Basso-Sangro-Trigno, è stata per il momento finanziata, mentre per le altre è stato avviato il percorso di concertazione con le parti sociali per arrivare all’individuazione dei criteri di finanziamento. “Gran parte del lavoro è stato fatto – ha spiegato Gerosolimo – Come Abruzzo le tre aree interne rimanenti possono contare su oltre 12 milioni di euro complessivi di finanziamenti. Di questi, 3,7 milioni fanno parte dei finanziamenti nazionali delle aree interne mentre circa 9 milioni sono stati individuati nella programmazione FSC (Fondo sviluppo e coesione). Si tratta per il governo regionale di un impegno importante, che apre le porte a un’occasione unica di confronto con i territori delle aree interne. La strategia regionale – conclude Gerosolimo – ha individuato quattro aree interne oltre alla Basso-Trigno-Sangro: Valle del Giovenco-Roveto, Val Fino-Vestina e Valle Subequana-Gran Sasso”. (Red)

banner

Lascia un commento