banner
banner
banner

Ottimizzare e velocizzare i processi di spesa, determinare le risorse da destinare all’istituzione della scuola di formazione tecnico-amministrativa della Pubblica amministrazione e ampia disponibilità a supportare i comuni del cratere sotto il profilo tecnico e operativo. Sono gli elementi sottolineati dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, nel corso della riunione della cabina di regia convocata per discutere sulla applicazione delle misure previste nel Fondo complementare al Pnrr da 1,8 miliardi per le aree colpite dai terremoti 2009 e 2016/2017. “Ho ribadito la necessità di ricorrere a strumenti già esistenti per garantire un rapido utilizzo delle somme, così come richiesto dall’Europa, come i contratti di sviluppo, la legge 181, altri bandi già utilizzati in passato, anche recuperando progetti presentati ma non ancora finanziati per mancanza di risorse – spiega il sindaco – Per attuare queste operazioni ritengo opportuno ricorrere a esperienze e competenze già rodate e di comprovata professionalità: mi riferisco, ad esempio, alle convenzioni attivate con Invitalia per le azioni a sostegno delle attività produttive e con Abruzzo Engineering per l’assistenza tecnica. Ho chiesto, poi, che venga definito in maniera certa il finanziamento da destinare alla nascita e al mantenimento del centro di formazione della PA, che sorgerà nel capoluogo d’Abruzzo. Come già accaduto in precedenza, infine – conclude il primo cittadino – ho ricordato come l’amministrazione sia a disposizione degli altri centri del cratere sia dal punto di vista operativo sia attraverso il coinvolgimento in iniziative che vedono il Comune dell’Aquila come capofila”.

banner

Lascia un commento