banner
banner
banner

Sono 4 i comuni della Valle Subequana (Molina Aterno, Fontecchio, Gagliano Aterno, Castelvecchio Calvisio) che assieme al Gran Sasso Science Institute si sono aggiudicati una borsa di studio messa a disposizione dall’Agenzia per la coesione territoriale per i Dottorati Comunali.

Si tratta di percorsi di ricerca finalizzati alla definizione, all’attuazione, allo studio e al monitoraggio di strategie locali volte allo sviluppo sostenibile da realizzarsi nei comuni, anche consorziati, presenti nelle arre individuate dalla Strategia Nazionale per le Aree Interne. Il progetto di ricerca GSSI – l’unico di durata quadriennale fra i 40 finanziati sui 110 presentati – si svolgerà all’interno del Programma di Dottorato in Regional Science and Economic Geography dell’Istituto e i suoi obiettivi sono relativi all’inclusione sociale, intesa in maniera multidisciplinare e analizzata attraverso un approccio multi-metodo.

Alessandra Faggian, Prorettrice e Direttrice dell’Area di Scienze Sociali, afferma: “Siamo molto orgogliosi di questo risultato. È una grande innovazione di cui siamo felici di far parte. Si tratta infatti di un’occasione unica per far sì che la conoscenza scientifica prodotta sul tema aree interne, da sempre di grande interesse per il nostro Istituto, diventi risorsa utilizzabile in ottica di orientamento delle politiche e loro valutazione in itinere. La collaborazione diretta con i comuni dell’area interna Valle Subequana porterà sicuramente dei benefici nel breve periodo in termini di strategie locali ed indicazioni di policy”.

Non è la prima volta che il Gran Sasso Science Institute e il Comitato Tecnico collaborano assieme per le aree interne della Presidenza del Consiglio dei Ministri e uno specifico indirizzo di studi dell’Istituto in “Inner areas and local development” (https://www.gssi.it/research-area/social-science-gssi-cities-research). L’obiettivo specifico di questa iniziativa è identificare quali siano le maggiori criticità che impediscono una crescita attrattiva per la popolazione già residente e per quella che potrebbe invece risiedervi in futuro nonché le principali barriere all’inclusione.

Il lavoro dottorale fornirà una serie di indicazioni di indirizzo strategico per il miglioramento dell’inclusione nell’intera Area oggetto di studio, affinché la conoscenza prodotta possa efficacemente penetrare nelle politiche del luogo, offrendo orientamenti sia alle comunità che ai policy maker. Sarà facilitata la conoscenza di buone pratiche, diffusi i risultati di approcci multidisciplinari e valutate le politiche fin qui attuate e le cause di maggiore criticità che ostacolano coesione, benessere e sviluppo sostenibile. I dottorati comunali sono così uno strumento utile per le amministrazioni locali e una via di attuazione della Terza Missione dell’Ateneo con un rafforzamento del rapporto con il contesto locale in cui il GSSI lavora dal 2016.

banner

Lascia un commento