banner
banner
banner

L’Aquila – Il capoluogo di Regione è stato sommerso da tantissime penne nere nell’ultima giornata del primo raduno Ricordando il Battaglione Alpini L’Aquila. La manifestazione, svoltasi sull’onda dell’adunata nazionale dello scorso anno, ha riscosso un notevole successo che è andato al di là delle più rosee previsioni. Migliaia di alpini provenienti da tutta Italia hanno invaso il centro storico portando, in una grigia domenica autunnale, una ventata di calore e di colore. Il lungo corteo si è snodato per le strade cittadine ed è stato contornato da numerosissimi applausi da parte degli aquilani che, ancora una volta, hanno volto far sentire il loro affetto agli alpini per ricordare la loro preziosa opera di soccorso, prestata all’indomani del disastroso sisma dell’aprile 2009. Tanta commozione al passaggio della fanfara di Accumoli, il piccolo paese laziale raso al suolo dal terremoto dello scorso agosto, i cui componenti, pur tra tante difficoltà, non hanno voluto mancare all’appuntamento per dare una testimonianza importante della volontà di vita che deve necessariamente fare da contrappeso al dolore di una tragedia ancora troppo vicina. Decine di alpini e volontari della Protezione Civile hanno portato in corteo la grande bandiera tricolore dell’adunata 2015 ma il momento più emozionante si è avuto quando i reparti si sono schierati in piazza Duomo per testimoniare i valori della solidarietà e della vicinanza, custoditi gelosamente dalle penne nere.

Sabatino Furnari

banner

Di Ads

Lascia un commento