banner
banner

SULMONA – Una delega specifica per le frazioni e almeno una seduta annuale del Consiglio Comunale nelle periferie della città. Scoppia la festa in quel di Torrone dopo l’elezione a sindaco di Annamaria Casini. Fra un sorso di spumante e un coro di applausi, arriva il momento di assumere i primi impegni nei confronti di quelle zone del capoluogo peligno, notoriamente abbandonate. “Si aprirà un periodo di collaborazione e attraverso un lavoro di congiunzione riusciremo a dare delle risposte concrete”, rassicura la neo sindaca Casini. “Almeno una volta all’anno il Consiglio Comunale si sposterà nelle frazioni e avremo anche un consigliere comunale che avrà una delega specifica”, aggiunge. Sarà Andrea Ramunno a fare da terminale fra i cittadini e l’amministrazione comunale. “Ascolterò la gente e i rappresentanti della frazioni che saranno quei candidati consiglieri che hanno ottenuto dei buoni risultati alle elezioni”- spiega il giovane – “ Si dovrà partire subito dall’ordinaria amministrazione, come la manutenzione del verde, per passare poi a realizzare dei progetti più grandi”, sottolinea Ramunno. Anche Fabio Pingue, consigliere comunale residente delle frazioni, fa notare quanto sia importante istituire dei punti di ascolto comunali nelle periferie della città. Nel corso della festa di sabato sera i residenti tornano a chiedere più attenzione rispetto la quotidianità, come il rifacimento delle strade e lo sfalciamento dell’erba. “Il nostro intento è quello di collaborare”- rimarca il portavoce Franco Lotito. “La vecchia amministrazione non ci ha dato ascolto. Vogliamo portate avanti dei progetti nuovi che ci permettano di essere cittadini di Sulmona a tutti gli effetti”, chiosa Lotito.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com