banner
ospedale-sulmona-706x437

SULMONA – Puntare alla “neutralizzazione dei vincoli imposti dal Decreto Lorenzin, obiettivo che tutti i parlamentari Abruzzesi ma in particolare quelli delle forze governative come il Senatore D’Alfonso e la Senatrice Di Girolamo devono scegliere di portare nell’agenda del governo”. E’ la consigliera comunale, Elisabetta Bianchi, a tornare a parlare di riorganizzazione della sanità nella fase post emergenza Covid-19, anche alla luce del ruolo recitato dai singoli presidi. “Le nostre giuste istanze – scrive la Bianchi – sono state consacrate nel 2018 nella delibera del Consiglio Comunale di Sulmona che pretende per un presidio ospedaliero di primo livello, votata all’unanimità ma, malauguratamente, senza la presenza del Sindaco Annamaria Casini che, nell’occasione, lasciò l’aula al momento del voto. Tale deliberazione, arrivata grazie ad un percorso politico arduo e costante -che non si può non rivendicare- fatto fuori e dentro il Consiglio e nella Commissione politiche Sanitarie, ha avuto l’enorme pregio di ribaltare quella precedentemente votata nel 2016 dal Consiglio Comunale a maggioranza gerosolimiana -con l’approvazione dei sindaci del territorio- che, all’indomani dell’emanazione del Decreto Lorenzin, accettava il piano sanitario regionale del Commissario D’Alfonso sancendo la perdita di servizi di un presidio di primo livello trasformando così inesorabilmente il presidio ospedaliero in poco più di un ospedale di base”. Da qui l’appello alla neutralizzazione dei vincoli del decreto Lorenzin, così da inserire Sulmona “nell’ambito di un presidio ospedaliero di primo livello incastonato in una medicina territoriale efficace, per il quale, senza soluzione di continuità, stiamo continuando a lavorare”. Non a caso per la riorganizzazione della sanità il discorso va ripreso anche a livello regionale con i vertici che afferiscono alla stessa area politica della consigliera comunale.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close