banner
banner

Sulmona – Le componenti della staffetta 4×100 femminile che gareggeranno nel prossimo fine settimana a Cles (Trento) ai Campionati italiani cadetti si sono radunate a Sulmona agli ordini del responsabile del settore Roberto Ragonese. Si tratta di Ludovica Di Cesare e Giorgia Calabrese dell’Amatori Serafini Sulmona ed Elena Di Marco della Gran Sasso Teramo. Assente solo Chiara Ferretti dell’Hadria Pescara perché influenzata. “Le aspettative – ha affermato Ragonese – sono quelle di dare il massimo delle loro possibilità. Sono di buon auspicio i risultati ottenuti anche recentemente dalle staffette sia maschili che femminili ai campionati italiani Under 16, come i due ottavi posti in quella femminile nel 2014 e 2015”. Nella rappresentativa abruzzese della 4×100 femminile che sarà di scena sabato e domenica ai Tricolori cadetti c’è una netta prevalenza dell’atletica sulmonese che inorgoglisce l’intera dirigenza dell’Amatori Serafini. “Siamo stati in grado di fornire il 50% alla rappresentativa – sottolinea Gino Carrozza – visto che due delle quattro ragazze sono nostre”. Roberto Ragonese evidenzia l’ottimo lavoro svolto dall’Amatori Serafini e dalle altre due squadre abruzzesi: “Sono società che tradizionalmente forniscono ogni anno molti atleti alla rappresentativa Under 16. La selezione di queste quattro ragazze è il frutto dei buoni risultati che ognuna è riuscita ad ottenere”. In totale saranno sei gli atleti sulmonesi che parteciperanno ai Campionati italiani cadetti: Ludovica Di Cesare e Giorgia Calabrese, impegnate anche rispettivamente nei 300 piani e m 80; Vittoria Casaccia nel salto in alto; Remo Palazzone nei 300 ostacoli; Luigi Marrese nei 300 piani e Mario Garofalo nel lancio del peso. “E’ una grande soddisfazione – prosegue Carrozza – vedere a certi livelli ragazzi che conosciamo benissimo visto che li alleniamo costantemente. Devo ringraziarli insieme alle famiglie ed alle scuole. Questo risultato dimostra che con l’impegno si possono produrre talenti in uno sport che, a differenza di quelli di squadra, necessita di molto sacrificio. Noi siamo riusciti a far capire questo concetto che ha permesso di portare sei ragazzi ai campionati italiani cadetti che rappresenta un primato per la città di Sulmona”.

Quali le aspettative per gli atleti dell’Amatori Serafini?

“Ci auguriamo – risponde Carrozza – che possano raggiungere almeno la finale. Non parliamo di podi perché sarebbe presuntuoso ma per noi sarà già un grande risultato arrivare in finale e dimostrare di essere all’altezza rispetto ad atleti di grandi realtà come Milano, Roma, Firenze e altre”.

Prima della partenza per il Trentino gli atleti sulmonesi verranno ricevuti in Municipio mercoledì mattina alle 11 dal sindaco Annamaria Casini.

Domenico Verlingieri

banner

Di Ads

Lascia un commento