banner
banner


CASTEL DI SANGRO – Un successo il 7° raduno , in terra abruzzese, degli equipaggi Ferrari. Un appuntamento che continua a realizzarsi grazie alla volontà e
determinazione dell’imprenditore sulmonese Walter Tirimacco Delegato per l’Abruzzo del Club “Passione Rossa”.

L’obiettivo di questi appuntamenti – secondo l’impegno di Tirimacco – rimane sempre la promozione turistica, le bellezze naturalistiche, culturali ed enogastronomiche della nostra regione. Presenti 60 equipaggi provenienti da tutta Italia, 100 piloti, oltre familiari ed accompagnatori. Presente il presidente del Club “Passione Rossa” Fabio Barone , detentore, come pilota Ferrari, di ben cinque record mondiali.
Il ritrovo degli equipaggi Ferrari, il Brand più famoso e importante al mondo, è
iniziato sabato 24 giugno in Piazza Plebiscito a Castel di Sangro.
Le Rosse hanno messo in strada un totale di oltre 30.000 cavalli-motore.
Il raduno di questo 2023 ha messo in risalto – anche per volontà del sindaco
Angelo Caruso – le bellezze paesaggistiche e naturaliste racchiuse nel
versante Sud di due dei quattro Parchi d’Abruzzo con la Città di Castel di
Sangro che è stato punto di incontro e località ideale per i turisti che vogliono
conoscere e vivere le emozioni dei territori abruzzesi.
La prima giornata è stata dedicata al Tour del Parco Nazionale della Majella e
ha visto gli equipaggi fare tappa a Campo di Giove per il pranzo e poi tornare
nel pomeriggio nuovamente a Castel di Sangro. Alle 17.00, durante la mostra
statica in Piazza Plebiscito, ad alcuni bambini è stata data l’opportunità unica
di fare un giro su uno dei bolidi rossi mentre alle 18.30, presso la sala
polivalente, si è svolto un convegno sulla sicurezza stradale dal tema “La
sicurezza è soprattutto giovane”.
Domenica 25, con partenza alle ore 10.00, il Tour dedicato al Parco
Nazionale d’Abruzzo che ha visto il giro di boa intorno al Lago di Barrea dove
sicuramente la scia rossa ha avuto spettatori unici: i cervi di Villetta Barrea. La
conclusione alle ore 16.00. Gli equipaggi hanno salutato l’Abruzzo forse ripromettendosi di tornare per le vacanze
L’Hotel d’Abruzzo di Campo di Giove e l’Oasi del Sangro di Castel di Sangro, si sono assunti il compito di far gustare, agli oltre 100 piloti ed altri ospiti provenienti da tutta Italia, le specialità e le prelibatezze culinarie che il territorio offre.

Gaetano Trigilio

banner

Lascia un commento