banner
banner
banner

SULMONA - Ha perso la sua battaglia più importante, nonostante fosse abituato a combattere, il generale dell’Esercito Nunzio Fontecchio di 78 anni. Residente a Sulmona dal 1993, anno in cui ha assunto il comando dell’ O.P.M. ( Organizzazione penitenziaria Militare), dopo anni di brillante carriera in Italia e anche all’estero. È stato lui a curare la complessa logistica del primo Freedom Trail, in quanto esperto conoscitore delle vette peligne , essendo di origini abruzzesi, è nato infatti a Capestrano, il 2 luglio del 1941. Commendatore ordine al merito della Repubblica italiana dal 1999, dopo aver raggiunto la pensione ha deciso di restare a vivere a Sulmona con la moglie Anne Cowell, che per anni ha insegnato inglese nelle scuole superiori sulmonesi. Persona con una straordinaria esperienza militare, uomo umile e riservato, dotato di grande umanità, come lo ricordano amici e colleghi, è stato colpito da un infarto intestinale i primi di dicembre e nonostante la forza d’animo e quella fisica che lo hanno visto combattere strenuamente quella che lui ha definito ‘un ennesimo corso di sopravvivenza della sua vita”, nella prima notte di questo nuovo anno, ha gettato le armi e si è arreso. Di lui resta un patrimonio immateriale di grande valore, che tutti i suoi cari, amici e colleghi, custodiranno gelosamente per sempre. Le esequie saranno celebrate domani pomeriggio alle 14,30 nella Chiesa di Maria Santissima Ausiliatrice. (a. d’. a.)

banner

Lascia un commento