banner
banner

SULMONA – Rinnovo delle convenzioni Consip Energia Elettrica e Gas Naturale per le utenze comunali e predisposizione di un piano per la razionalizzazione dei consumi energetici con l’ipotesi dello spegnimento delle luci di quartiere alle tre del mattino. La Giunta Comunale di Palazzo San Francesco ha dato i suoi indirizzi politici agli uffici comunali affinchè si provveda a razionalizzare i consumi, nell’epoca del caro, senza far venire meno i servizi essenziali. Si tratta delle cosiddette buone pratiche da adottare all’interno dell’ente: niente stufette negli uffici e niente riunioni fuori orari. In più si dovrà moderare la luce in alcuni quartieri. Ma per far questo il Comune dovrà confrontarsi necessariamente con gli addetti ai lavori tenendo conto, come confermato da recenti studi, di alcuni rischi legati al caro energia: l’aumento esponenziale della microcriminalità e l’emarginalizzazione delle fasce più deboli. “Al momento non abbiamo preso decisioni ma stiamo vagliando alcune ipotesi”- afferma l’assessore comunale, Katia Di Marzio. Al vaglio lo spegnimento delle luci in alcuni quartieri alle tre di notte pur di arginare i costi, più che raddoppiati.

Lascia un commento