banner
banner

SULMONA – “Far coesistere sia i proprietari dei locali sia gli affittuari in affitti calmierati per far si che alcune attività riescono ad andare avanti”. E’ l’appello che rilancia a Onda Tg il Presidente di Ascom Fidi Ascom Servizi Sulmona Claudio Mariotti, a margine della premiazione di sessanta attività storiche che si sono distinte per aver sfidato la crisi con la storia e la tradizione e per aver affrontato l’intera evoluzione del mercato. L’appello di Mariotti al sindaco di Sulmona Annamaria Casini è quello di rivedere la questione dei fitti, problema già sollevato dall’esercente Sergio Di Benedetto che sabato scorso ha aperto la sua seconda attività in centro storico. “Sarebbe utile cercare di affrontare l’argomento per evitare desertificazione e espoliazione”- rincara Mariotti che lancia il modello del commercio vincente. “E’ necessaria la formazione che è propria delle attività che reggono. Come esiste una professionalità per l’ingegnere e l’avvocato, deve esserci anche per i commercianti”- conclude il Presidente di Ascom Fidi Ascom Servizi. Sul problema del caro affitti aveva detto la sua lo scorso 12 gennaio il consigliere comunale Alessandro Pantaleo che proponeva un patto trilaterale fra il Comune di Sulmona, i locatori degli immobili e i rappresentati delle associazioni di categoria per rinegoziare i costi di locazione che di fatto sono diventati insostenibili. Il sindaco Casini per il momento punta sul confronto e sul dialogo fra tutti gli attori del centro storico, salotto buono della città.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento