banner
banner
banner

CIVITELLA ALFEDENA- Una class action o meglio ancora un’azione collettiva verso chi sta creando danni economici per la situazione della strada provinciale 83 Marsicana. Il patrocinio gratuito arriverebbe dal sindaco di Civitella Alfedena Giancarlo Massimi. E’ quanto fanno sapere dal comitato per le strade aperte e sicure che annuncia un summit proprio con il primo cittadino, residenti ed esercenti dell’Alto Sangro che hanno già avviato la protesta sui social con un video che ha superato le 18 mila visualizzazioni. Nonostante le promesse e gli annunci la Marsicana resta chiusa a ciclisti e motociclisti con ovvie conseguenze per l’economia di quella zona. “Dopo numerosi e continui tagli ai servizi, da ultimo, siamo stati penalizzati nella mobilità quotidiana. Le nostre strade sono ai limiti della praticabilità. Dagli enti preposti sono pervenute sempre rassicurazioni ma da quando la situazione è diventata ingestibile, alle sacrosante rimostranze di cittadini e sindaci è stato risposto prims con l’imposizione del limite di velocità a 30 km/h e poi, il carico da novanta, con il divieto di transito a motociclisti e ciclisti. Non è una novità che le arterie che attraversano il Parco d’Abruzzo sono meta di turismo sulle due ruote e non serve nemmeno scomodare grandi teorie sull’economia per comprendere che quella fetta di turismo rappresenta reddito per molte attività e famiglie che lavorano in queste zone”- fanno notare in coro gli esercenti nel video che sta facendo il giro dei social.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento