banner
banner

SULMONA – Da settimane creerebbe scompiglio tra gli studenti della vicina scuola primaria, dando in escandescenza e ponendo in essere una serie di condotte che ledono il pudore e l’ordine pubblico. Protagonista della vicenda è un imprenditore che da alcuni mesi ha occupato abusivamente un capannone abbandonato della zona artigianale della città, trovandosi in condizioni di disagio. Lo stesso, In effetti, dopo aver vissuto per più di un anno all’interno di un’auto, avrebbe sistemato le sue cose nella struttura. Vive in condizioni di degrado, insieme a tre cani ed alcuni gatti e ai loro escrementi. La situazione, già attenzionata agli organi preposti e all’autorità giudiziaria, è esplosa nell’ultimo periodo per la recrudescenza degli atteggiamenti posti in essere dal soggetto all’interno del capannone, collocato nei pressi di un edificio scolastico frequentato da minori. Le stesse famiglie, nei giorni scorsi, si sono recate a Palazzo San Francesco per incontrare il sindaco, Gianfranco Di Piero, al fine di esporre l’imbarazzante vicenda. “Non abbiamo problemi contro quest’uomo, che deve essere aiutato e accompagnato, ma è necessario individuare una soluzione per porre fine ai continui disagi e per la serenità dei nostri figli”- hanno spiegato alcuni genitori. Anche la Dirigenza scolastica dell’istituto ha messo nero su bianco i vari episodi segnalati. Per questo il primo cittadino si è subito interfacciato con il Centro di Salute Mentale che già da tempo si sta occupando del caso per la ricerca di una soluzione definitiva, probabilmente di una struttura per l’assistenza del soggetto alle prese con alcune problematiche di natura psichiatrica.

Lascia un commento