banner
covidcarcere

SULMONA – Uno studio ad hoc per verificare l’efficacia del vaccino una volta raggiunta l’immunizzazione dietro le sbarre, prevista per la prossima settimana stando alla tabella di marcia. A chiederlo è Mauro Nardella della Uil. Il sindacalista ha chiesto alla Regione Abruzzo di concerto con l’Amministrazione penitenziaria di verificare la fattibilità di un progetto circa la fattibilità del vaccino ( visto che il carcere esprima una nicchia della società) e, attraverso le opportune politiche di monitoraggio ( test sierologici da effettuare su base volontaria), elaborare uno studio ad hoc. “I dati che ne scaturirebbero – scrive Nardella – potrebbero giovare non solo per un atto di garanzia sanitaria all’interno di luoghi notoriamente precludenti la libertà di movimento qual è un istituto penitenziario ma anche un supporto, si spera, capace di verificare il grado di efficacia del vaccino utilizzato. Resta ovvio che il monitoraggio andrebbe maggiormente considerato anche e soprattutto dopo l’avvenuta somministrazione della seconda dose la quale avverrà a partire dalla terza decade di aprile”. (a.d’.a.)

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close