banner
banner
banner

SULMONA – Nuova chiamata allo screening per l’ex centro Covid free. Più che tornare indietro di un anno, quando i parametri erano completamente diversi, è necessario toccare con la mano la rapidità della diffusione del virus per convincersi che,  per bloccarlo e contenerlo, serve la collaborazione di tutti. Il capoluogo peligno nel mese di ottobre ha subito uno stravolgimento dello scenario epidemiologico in poco tempo. 16 giorni di focolai, contagi a catena, fronti random non più collegati tra di loro. Lo scorso 13 ottobre Sulmona toccava la soglia dei zero attuali positivi, il cosiddetto Covid free, che aveva conquistato dopo mesi di sacrifici e sofferenza. Per ritrovare quel dato bisognava tornare indietro fino al 7 agosto. Oggi gli attuali positivi sono 56. Una crescita esponeziale lontana dalla soglia di allarme, in rapporto con la densità della popolazione, ma in linea con quella di allerta. Un balzo di contagi in poco più di due settimane. Da una relativa tranquillità si è passati ad un ritorno alla preoccupazione. Anche se, dopo due anni di pandemia, c’è chi continua ancora a sfidare il virus: lo scambio di mascherine tra coetanei, la fuga dal tampone per nascondere i sintomi, l’elusione del tracciamento. E’ inutile, a quel punto, prendersela con le scuole, le gioste, gli eventi, le feste, elettorali e non solo. E’ la quotidianità che fa la differenza. Per tornare a respirare è importante aderire allo screening di massa. E’ una nuova chiamata per Sulmona, per stabilizzare il contagio, per ritrovare il sorriso dietro la mascherina. Dietro la macchina organizzativa c’è sempre uno sforzo notevole. Dalla ricerca dei tamponi al reclutamento dei sanitari volontari. Per questo è richiesta una prova di civiltà. Al Palasport di via XXV Aprile si comincia oggi dalle 15 alle 18.30. Stesso orario domani mentre domenica si chiude dalle 9 alle 13. Nessun rilascio del green pass ma una “chiamata gratuita” per bloccare il virus senza freni. Che lo screening, l’ennesimo, cominci. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento