banner
banner
banner

L’AQUILA – La positività di due chirurghi e di alcune infermiere ha indotto i vertici della Asl a chiudere per sette giorni le sale operatorie dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Inizialmente gli spazi operatori erano stati chiusi per due giorni per permettere la sanificazione. Ma poi viste le positività, lo stop è stato esteso. Naturalmente, sono fatte salve le urgenze. Nei giorni scorsi, casi di contagio si sono verificati anche nei reparti di ortopedia e geriatria. L’Aquila e la sua provincia sono da giorni interessati da una impennata di positivi. La chiusura delle sale operatorie potrebbe creare qualche disagio anche agli utenti peligni che avessero bisogno di prestazioni più importanti, ovvero particolari interventi che vengono di norma eseguiti al San Salvatore. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento