banner
banner

SULMONA – La corsia è “inaccessibile” dopo l’istituzione dell’area grigia e il Segretario Territoriale della Uil Pa, Mauro Nardella, chiede la sospensione dei ricoveri dei detenuti presso l’ospedale di Sulmona. Lo ha fatto questa mattina con una nota ufficiale inoltrata al Direttore dell’istituto penitenziario, Sergio Romice e al Provveditore dell’amministrazione penitenziaria, Carmelo Cantone. “In conseguenza della mancata attivazione della procedura dei ricoveri dei detenuti presso il repartino penitenziario ospedaliero e per motivi ufficiali che sarebbe utile conoscere”- scrive Nardella- “atteso che la corsia presso la quale insiste la struttura blindata deputata allo scopo risulta essere occupata dalla area grigia deputata ad ospitare paziente in attesa dell’esito dei tamponi covid-19; considerato che risulta alquanto disagevole, ricoverare i detenuti in condizioni di quasi promiscuità con altri pazienti che con il mondo penitenziario non hanno nulla a che vedere; in attesa di certificazioni di ordine amministrativo provenienti dall’area della Direzione Sanitaria del locale nosocomio e riguardanti la chiara disponibilità del locale presidio penitenziario ospedaliero ad ospitare detenuti in regime di ricovero; si chiede l’immediata sospensione di tutti i ricoveri di detenuti provenienti dalla Casa Reclusione di Sulmona ed il loro dirottamento presso ospedali civili dotati di idoneo reparto blindato”. Una “vertenza” quella del repartino penitenziario che sembra non trovare pace.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento