banner
banner

SULMONA – “Sicuramente la presenza di questo reparto può aiutare quelle persone che non possono muoversi e hanno l’esigenza di avere un presidio ospedaliero vicino casa”. E’ quanto afferma Mauro Di Ianni, primario del reparto di ematologia dell’ospedale di Sulmona, a margine della consegna di un letto per chemioterapie donato dalle associazioni e dai privati dopo un’ammirevole gara di solidarietà. Parlando della riorganizzazione della rete ospedaliera in Abruzzo e del futuro del nosocomio dell’Annunziata, Di Ianni ha tenuto a precisare che “una struttura come quella di Sulmona fa si che un reparto amichevole, a portata di mano del paziente, possa soddisfare più rapidamente le necessità di tutti”. Nel reparto misto di oncologia e ematologia vengono effettuati in effetti cinque day ospital a settimana. Esiste un laboratorio con due equipe. “Un eventuale depotenziamento andrebbe a stravolgere la nostra mission”- aggiunge Di Ianni che chiede agli organi preposti un potenziamento del presidio. “Potrebbero giovarci”- conclude il primario- “un paio di posti letto di degenza ordinaria dove far appoggiare i pazienti che hanno delle necessità particolari, avendo bisogno di ricoveri straordinari”.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento