banner
banner
banner

SULMONA – Facebook ha chiuso 23 pagine fan che avevano un totale di 2,5 milioni di followers dopo una segnalazione di Avaaz, una ONG che si occupa di campagne social. Secondo il comunicato di Avaaz le pagine chiuse da Facebook sono esponenti di 14 network che comprendono 104 pagine e sei gruppi, per un totale di 18 milioni di followers. Tra queste c’é anche “Lega Salvini Sulmona” che aveva 307 mila seguaci. Il perché di questa decisione? Le pagine chiuse (non i profilo)- come si legge nel rapporti di Avaaz- diffondevano fake news e parole di odio. “Ringraziamo Avaaz – afferma un portavoce del social network -” per aver condiviso le ricerche affinché potessimo indagare. Siamo impegnati nel proteggere l’integrità delle elezioni nell’Ue e in tutto il mondo. Abbiamo rimosso una serie di account falsi e duplicati che violavano le nostre policy in tema di autenticità, così come diverse pagine per violazione delle policy sulla modifica del nome. Abbiamo inoltre preso provvedimenti contro alcune pagine che hanno ripetutamente diffuso disinformazione. Adotteremo ulteriori misure nel caso dovessimo riscontrare altre violazioni”. L’operazione anti fake news, portata avanti nelle ultime ore, abbraccia anche Sulmona. “Si tratta di una pagina falsa che non era assolutamente gestita dalla Lega per questo é stata chiusa. Non sappiamo proprio da chi era gestita. Noi abbiamo un’altra pagina che fa capo a persone per bene”- fanno sapere dal circolo locale. Come a dire che quella pagina non era sotto il controllo degli esponenti cittadini. Facebook però l’ha bannata. All’inizio sarebbe nata con il nome de “Il peggio del grande fratello 2018”. E, come accaduto per altri casi simili, esiste anche una resposanbilitá relativa alla gestione e al controllo dei post e dei commenti che, nella maggior parte dei casi, pare che incitassero all’odio o comunque non erano consoni alle norme. Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento