banner
banner
banner

SULMONA –  “Rispettare le regole perché ci si può divertire ma in sicurezza”. L’appello-raccomandazione, alla vigilia del primo sabato dopo l’allentamento delle misure, arriva dai titolari di bar e locali che insistono principalmente nel centro storico, osservato speciale il sabato sera, e non solo. Alla vigilia del ritorno della “movida” in città c’è attesa ma anche apprensione perché la parola chiave resta prudenza in una fase delicata del post-emergenza. “Si riparte con sicurezza e responsabilità. Divertiamoci ma in maniera responsabile”- commenta Riccardo Cieri dal centralissimo corso Ovidio. Gli fanno eco altri due esercenti, Pierluigi D’Agostino e Bilal Gulbedenbegun. “Ragazzi, non dovete fare assembramento. Distaccatevi. Ci divertiamo lo stesso. Ne vale la mia e la vostra salute”- incalza D’Agostino mentre il commerciante egiziano sottolinea la necessità di riprendere a lavorare man mano: “dobbiamo andare avanti ma dobbiamo farlo in sicurezza e tutti dobbiamo essere bravi in questo”.  Chiude il giro delle interviste Vincenzo Pasqua, dalla zona peep, che lancia un appello ai giovani perché il sabato qualunque non si trasformi in qualcosa di spiacevole e incommentabile. “Facciamo in modo che sia un bel sabato, il nostro sabato, rispettando tutte le distanze e le indicazioni”- conclude Pasqua. Torna il divertimento, con tutte le limitazioni del caso, ma il rispetto delle regole resta fondamentale per la delicata fase due.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento