banner
banner

MONTESILVANO – La città non offre lavoro e non dà prospettive future ai giovani. E non è una novità se si considera la consistenza del fenomeno di evasione giovanile. Ma il sulmonese Manuel Previtali, oltre a fare le valigie e raggiungere i suoi parenti in quel di Montesilvano, ha deciso anche di investire sulla costa e progettare il suo futuro. Sabato scorso ha iniziato la nuova avventura imprenditoriale, inaugurando un bar, e gettando il cuore oltre l’ostacolo. Perchè essere piccoli imprenditori o commercianti al giorno d’oggi non è mai facile. Nè nelle aree interne e nè sulla costa dove il giovane di Sulmona vive e lavora. Ma si sa che, nel ventaglio delle occasioni e delle opportunità, la costa offre di più. “Ho lasciato Sulmona perchè non c’erano possibilità di lavoro e mi sono trasferito a Montesilvano, avendo anche parenti a Pescara. Mi è capitata questa occasione di fare questo investimento e abbiamo deciso di investire sulla qualità, dalla colazione agli aperitivi, stando vicini anche al Porto Allegro”- racconta Previtali che ha coronato il suo sogno e ha ricevuto una raffica di messaggi di incoraggiamento, anche da Sulmona, per la sua nuova avventura. A lui e ai suoi collaboratori auguriamo tante soddisfazioni  consapevoli però che una riflessione va aperta sul come  Sulmona vuole invertire la tendenza dell’evasione giovanile dalla città che, almeno nella maggior parte dei casi, si concretizza come una “scelta obbligata”.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com