banner
banner

SULMONA – Danni alle finestre, appartamenti messi a soqquadro e monili d’oro rubati. E’ questo il bilancio dei due furti in prima serata che si sono verificati intorno alle 19 di ieri, in via Rodolfo Morandi a Sulmona, mentre gli inquilini delle abitazioni prese di mira erano fuori casa. E’ stato un pomeriggio tutt’altro che tranquillo per il quartiere che riaccende i riflettori sui topi di appartamento che entrano in azione anche negli orari più impensabili. I ladri, stando a una prima ricostruzione dei fatti, si sarebbero arrampicati su un canale discendente fino a fare irruzione in casa dalle finestre. Sono stati due gli appartamenti visitati dai malviventi (uno al primo piano e l’altro al secondo) che, nonostante l’orario, non sarebbero stati notati dai condomini. Due furti messi a segno con tanto di acrobazia vista la dinamica dell’episodio. In casa dei malcapitati inquilini avrebbero rubato monili d’oro e altri oggetti di scarso valore prima di darsi alla fuga. Il bottino dei furti, stando almeno a una prima valutazione, non sarebbe ingente. A dare l’allarme al centralino del 113 sono stati i proprietari delle case svaligiate una volta che hanno fatto l’amara scoperta. Sul posto, per i rilievi di rito, è intervenuta la Polizia Scientifica. La Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona, coordinata dall’ispettore superiore Daniele L’Erario, sta effettuando tutti gli accertamenti del caso per risalire agli autori del gesto, ascoltando anche i residenti della zona per mettere insieme indizi e dettagli. Il quartiere di via Morandi balzò alle cronache la scorsa estate quando ignoti svaligiarono la casa dell’ex sindaco, Bruno Di Masci.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento