banner
banner
banner

SULMONA – 12 aprile 2021. Questa si che è una data da consegnare agli annali, senza retorica o frasi fatte. Dopo 12 lunghissimi anni dalla chiusura della storica sede di piazza XX Settembre, si vede la luce per i lavori al Liceo Classico di Sulmona con l’aggiudicazione del famigerato appalto integrato da 4,2 milioni di euro. Ad eseguire i lavori sarà la ditta sulmonese Salvatore e Di Meo, la stessa che oggi ha aperto il cantiere nella scuola media Serafini.   Il punteggio finale è di 97,27 punti. Come stabilito dalla commissione giudicatrice, riunita nel primo pomeriggio a Palazzo San Francesco. Stamane la commissione ha proceduto a reinserire l’impresa che era stata esclusa, riammessa dal Tar Abruzzo lo scorso 7 aprile, dopo il ricorso accolto dai giudici amministrativi. La Edile Co si piazza al secondo posto e ha fatto già richiesta di accesso agli atti.  La procedura prevede ora la redazione del progetto esecutivo e l’apertura del cantiere probabilmente in estate. Per l’appalto integrato sei imprese si sono fatte avanti: Edil Co/Esse Ingegneria,  Salvatore & Di Meo (insieme alla Meg Costruzioni) e la Benedetto Zappa di Sulmona; la Fratelli Navarra, l’Ati Spaccia/Tecnostrade e l’Ati Cioci/Coid. Oggi l’aggiudicazione che avvicina sempre di più il rientro nella sede dei liceali. Resta l’ultimo passaggio giuridico, ovvero l’udienza di merito al Consiglio di Stato per il ricorso presentato dagli architetti, anche se i giudici si sono in parte già pronunciati sulla legittimità dell’appalto integrato con il rigetto dell’istanza cautelare.

Andrea D’Aurelio

 

banner

Lascia un commento