banner
banner

SULMONA – Da giugno a settembre ha collezionato la bellezza di dieci contravvenzioni per aver parcheggiato la propria vettura in divieto di sosta. Tutte multe da 60 euro ciascuna all’incirca. A balzare agli onori della cronaca è un giovane sulmonese, residente in Largo Mazzara, che nella giornata di ieri ha preso in carico l’ennesima contravvenzione comminata dalla Polizia Locale che sta portando avanti lo scacco alla sosta “selvaggia”. Dalla prevenzione si è passati alla repressione per ricostruire il volto di una comunità civile. D’altronde nelle scorse settimane il Consiglio Comunale ha fatto proprio un ordine del giorno, volto a mitigare un fenomeno diffuso sull’intera città. Tuttavia il ritorno della Municipale nel quartiere ha generato vibranti rimostranze tra i residenti della zona con urla e proteste. Non di certo per le sanzioni comminate ma per una serie di criticità che sono sotto gli occhi di tutti: carenza di parcheggi in Largo Mazara, segnaletica in alcuni punti illeggibile, vita notturna senza controllo alcuno nonostante le ripetute segnalazioni, presunti abusi di pass disabili. “Le multe vanno fatte ma dobbiamo pure tutelare la residenzialità. E’ evidente che questo quartiere, largo di nome ma stretto per la planimetria, viene utilizzato dai residenti per la sosta. Vista la distanza non siamo noi a dover fruire del parcheggio di Santa Chiara. Il Comune dice di voler tutelare i residenti. In questo modo rischiamo di far spopolare del tutto il centro storico e la città”- fanno notare dal quartiere. Quanto alla multe comminate vale la pena ricordare la famosa dicitura latina. Dura lex sed lex.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com