banner
banner

SULMONA –  Non si ferma il contagio in famiglia mentre il virus torna a interessare le attività che erogano servizi alla persona. Sono 11 i nuovi casi di Covid-19 messi a referto dalla Asl nella giornata del 10 settembre: 6 Raiano, 2 Pratola Peligna, 2 Scanno, 1 Sulmona. Si tratta di positività più o meno attese dagli addetti ai lavori perché inserite nella rete della sorveglianza attiva della Asl. A Raiano nella casella dei positivi sono finiti i familiari del 73 enne, ricoverato nei giorni scorsi nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Avezzano. Tutti soggetti di mezza età fatta eccezione per un 21 enne e un minore di 15 anni. Due contagi sono legati a un salone di parrucchiera che è stato sospeso per qualche giorno, fino alla riapertura, in attesa della stabilizzazione del quadro epidemiologico.  Dopo la positività riscontrata sulla titolare, la Asl ha disposto il tampone per tutti i clienti dell’attività. La speranza è che il virus resti contenuto al solo nucleo familiare di riferimento. Sono migliorate, nel frattempo, le condizioni di salute del 73 enne, probabilmente grazie alla protezione del vaccino che non ha evitato il ricovero ma l’evoluzione più grave dell’infezione. A Pratola sono risultate positive due giovanissime di 21 e 25 anni mentre non si ferma la catena del contagio in famiglia per Scanno che tocca la soglia dei 20 attuali positivi. Troppi in termini di incidenza rapportata con la densità della popolazione. All’elenco si sono aggiunti un 46 enne ed una 43 enne, legati ai fronti esistenti e quindi in sorveglianza. Nonostante le ultime impennate, nel borgo lacustre il contagio risulta sotto il controllo  del tracciamento poiché contenuto ad alcuni nuclei familiari. Chiude il cerchio dei nuovi positivi un 35 enne di Sulmona, che non sembrerebbe legato ai nuovi fronti, ma comunque in sorveglianza. I numeri della pandemia continuano a salire. Sono 168 gli attuali positivi sul territorio mentre 280 persone si trovano in sorveglianza. Non si segnalano nuovi ricoveri. I posti letto occupanti dai pazienti dell’area peligno-sangrina restano 8. Disagi si sono invece verificati in mattinata nel piazzale dell’ospedale di Sulmona per l’utenza bloccata per circa un’ora. Un paziente Covid della rianimazione ha avuto bisogno di una Tac per cui, dovendo transitare nel perimetro dell’ala vecchia dell’ospedale, è stato applicato il protocollo di sterilizzazione con la sospensione degli accessi per circa un’ora non senza qualche comprensibile protesta. Ad un anno e mezzo dalla pandemia alcuni percorsi devono ancora essere meglio pianificati. Inoculazioni contenute, infine, negli hub vaccinali: 68 a Sulmona e 82 a Castel Di Sangro. Ma la vera “maratona” ci sarà nel week end con l’open day dei vaccini dedicati alle scuole come pure entra nel vivo lo screening per la popolazione scolastica. L’obiettivo è quello di garantire un rientro più tranquillo e sicuro a scuola. In provincia sono 8920 i giovanissimi, dai 12 ai 19 anni, che hanno completato il ciclo vaccinale mentre 3605 hanno ricevuto una sola inoculazione.

Andrea D’Aurelio

MAPPA CONTAGI( RIALLINEAMENTO DATI)

Sulmona 56, Scanno 20, Pescasseroli 19, Opi 13, Pratola Peligna 12, Roccaraso 11, Raiano 7, Introdacqua 6, Pacentro 6, Ateleta 5, Pescocostanzo 3, Castel Di Ieri 3, Rivisondoli 1, Secinaro 1, Castelvecchio Subequo 1, Gagliano Aterno 1, Molina Aterno 1, Castel Di Sangro 1

Ricoveri in terapia intensiva 0

Ricoveri non in terapia intensiva 8

MAPPA VACCINI

Area peligno-sangrina 82974

Area Sulmona- Pratola 63279 ( + 86 rispetto a ieri)

Area Castel Di Sangro 19.695 (+ 0 rispetto a ieri)

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com